I Cori delle Marche x Arquata

Il Consiglio Direttivo ha deliberato una raccolta fondi per le zone terremotate. Arquata del Tronto, è stata presa a simbolo della campagna di solidarietà, in quanto prima ad essere colpita dal sisma


Il Direttivo dell'Arcom nella seduta del 12 settembre 2016, anche su invito della Federazione Nazionale (Fe.N.I.A.R.Co.) ha deciso di promuovere una raccolta di fondi per le popolazioni delle Marche colpite dal terremoto. Le modalità e i tempi della raccolta li troverete nell'allegata lettera del presidente Massimiliano Fiorani

“Coralmente ed in armonia si possono fare grandi cose”. Con questo spirito, Massimiliano Fiorani, presidente dell'A.R.Co.M., l'associazione che riunisce i cori marchigiani, si è rivolto ai presidenti, ai direttori e ai membri delle corali delle Marche, per informarli e sensibilizzarli su un'iniziativa della Federazione nazionale FENIARCO: l'invito a promuovere una raccolta fondi per le popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto ed in particolare per il Comune di Arquata, in occasione di ogni evento o concerto organizzato dai cori marchigiani.

L’iniziativa è stata illustrata questa mattina al presidente del Consiglio regionale, Antonio Mastrovincenzo, che si è complimentato con i rappresentanti dell’A.R.Co.M.: il presidente Fiorani, il vice presidente della sezione di Ascoli Piceno, Pietro Di Pietro, e il consigliere Claudio Laconi. “Un’iniziativa pregevole – ha detto Mastrovincenzo – che rappresenta un aiuto concreto e testimonia una reale vicinanza a chi è stato colpito”.

Nella foto sopra: il Direttivo in Regione con il Presidente del Consiglio regionale Dott. Antonio Mastrovincenzo

coro voci bianche

Adesione

I cori che intendono aderire al progetto non devono far altro che apporre una o più locandine in ogni manifestazione fino al 6 gennaio 2017, predisponendo anche un contenitore per la raccolta delle donazioni. Al termine della raccolta, l'A.R.Co.M. provvederà a fare una donazione complessiva per conto di tutti i cori delle Marche al Comune di Arquata del Tronto.

“La nostra solidarietà – ha detto Fiorani - è molto importante, dobbiamo far sentire la nostra voce, vogliamo essere vicini a tutte quelle persone che ora vivono nel disagio. La coralità marchigiana, se unita e determinata, può fare molto e portare un aiuto concreto per contribuire alla rinascita di paesi come Arquata del Tronto”.

Sul sito www.corimarche.it e sulla pagina facebook dell'A.R.Co.M. saranno di volta in volta pubblicati i risultati della raccolta fondi effettuata da ogni singolo coro con l'aggiornamento del totale complessivo delle offerte raccolte. (s.g.)

Progetti finanziati con la raccolta fondi

1. Fondazione del Coro di Voci Bianche ad Arquata del Tronto ed Acquasanta Terme. Iniziativa molto importante per promuovere attività sociali, nei territori colpiti dal sisma, partendo soprattutto dai bambini e ragazzi. Il Direttivo A.r.co.m. ha deciso di destinare parte dei proventi della raccolta per il sostegno delle spese di gestione e funzionamento del Coro di Voci Bianche.

2.  Un'altra importante parte delle risorse derivate dalla raccolta fondi, è stata destinata al sostegno del progetto "L'Angolo dei bambini", struttura prefabbrica costruita a Muccia e destinata ad attività ludico-didattiche e ricreative rivolte a tutti i bambini e ragazzi di età compresa fra 6 e 18 anni. Tale progetto è stato ideato e promosso dal M° Maurizio Maffezzoli. l'A.r.co.m. ha deciso di aderire per sostenere i costi di acquisto del materiale didattico e strumenti musicali.

3. L'A.r.co.m., in collaborazione con la Feniarco, ha deciso di agevolare la partecipazione dei Cori giovanili di Tolentino e Camerino al Festival di Primavera 2017 a Montecatini Terme, contribuendo a coprire la metà della quota. Tale aiuto ha permesso la partecipazione dei due Cori al Ferstival che altrimenti non avrebbero avuto la possibilità di sostenere i costi.

Tutti i progetti sono in fase di attuazione e definizione.

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.